lunedì 20 giugno 2016

Torta paradiso al limone

Come ve lo immaginate il paradiso? Il Re del cioccolato Knam ha sempre detto che nel suo ci deve essere il cioccolato, io non sono così selettiva ma sicuramente mi aspetto un mondo di dolcezza e morbidezza... Questa torta è l'emblema della sofficità e la crema al limone che la farcisce vi lascerà senza parole! Un consiglio: mangiatela il giorno dopo averla preparata, sarà ancor più... STRABUONA 😍



Ingredienti: 
PER LA TORTA 
3 uova 
180g di zucchero 
1 pizzico di sale 
1 vasetto di yogurt bianco (125g) 
60g di olio di semi 
La scorza grattugiata di un limone non trattato 
200g di farina 00 
1 bustina di lievito per dolci 

PER LA CREMA AL LIMONE 
2 limoni non trattati, la scorza e il succo 
100g di zucchero (a piacere anche 120g) 
20g di burro 
2 uova 

Procedimento: 
In una ciotola montare le uova con lo zucchero ed il pizzico di sale, aggiungere la scorza di limone, l’olio, lo yogurt, la farina ed il lievito e miscelare fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi; trasferire in una tortiera imburrata ed infarinata e cuocere in forno caldo a 160° per 35/40 minuti (fare sempre la prova con uno stecchino di legno che deve uscire completamente asciutto). Preparare la crema facendo sciogliere in un pentolino il burro con lo zucchero, il succo e la scorza di limone, aggiungere le uova e cuocere per un paio di minuti a fuoco basso continuando a mescolare fino a quando la crema non si raddensa; filtrare e far raffreddare. Tagliare la torta una volta fredda, farcire con la crema e spolverare di zucchero a velo. Consigli: il sapore di limone della torta è molto intenso, a piacere si possono aggiungere fino a 20g di zucchero alla crema. Questa torta è ottima se preparata il giorno prima per il successivo perché la crema viene assorbita dalla torta; in questo caso spolverare di zucchero a velo solo prima di servirla.

Angelica salata

Questa ricetta nasce dalla rivisitazione della famosa torta angelica, il dolce intrecciato a lunga lievitazione delle Sorelle Simili. Amo trovare alternative salate a famosi piatti dolci e viceversa e da qui questa ricetta. Il procedimento non è immediato e richiede parecchi minuti di lavoro dell'impasto, se avete una impastatrice quindi fatela lavorare al posto vostro 😉
Provatela con tutti gli ingredienti che vi vengono in mente, accostate sapori diversi e trovate la vostra versione STRABUONA!



Ingredienti: 
PER IL PREIMPASTO 
80g di acqua frizzante tiepida 
½ panetto di lievito di birra fresco (circa 13g) 
1 cucchiaino di zucchero 
140g di farina manitoba 

PER L’IMPASTO 
3 tuorli 
80g di parmigiano grattugiato 
20g di olio extravergine di oliva 
150g di acqua frizzante 
Una bella presa di sale 
400g di farina manitoba 
100g di burro 

PER LA FARCITURA 
50g di olive verdi 
50g di olive nere 
100g di quartirolo lombardo (o altro formaggio asciutto) 
140g di salame tipo cacciatore 
100g di pomodori secchi sott’olio (o pomodori secchi ammollati precedentemente) 

Procedimento: 
Preparare il preimpasto sciogliendo il lievito in acqua e zucchero ed aggiungendo la farina, impastare per qualche minuto e far lievitare in una ciotola coperta da pellicola trasparente per circa 1 ora. Per l’impasto mescolare i tuorli, il parmigiano, l’olio, il sale e l’acqua ed aggiungere la farina; ottenere una palla lavorabile ed iniziare ad aggiungere il burro a tocchetti poco alla volta continuando a lavorarlo fino a quando non sarà completamente assorbito dall’impasto. Allo stesso modo aggiungere il preimpasto all’impasto, un pezzo alla volta fino ad ottenere un’unica palla molto morbida. Far lievitare in una ciotola coperto da pellicola per circa 2 ore. Stendere l’impasto sulla teglia e farcire con tutti gli ingredienti tagliati a tocchetti, pressare leggermente con le mani ed arrotolare dal lato lungo. Tagliare il cilindro ottenuto per lungo, ruotare le due metà in modo che la parte con il ripieno resti verso l’alto ed intrecciare le due metà sempre mantenendo il ripieno verso l’alto. Una volta ottenuta la treccia formare un cerchio chiudendo le due estremità; recuperare gli ingredienti che si sono staccati durante il taglio e l’intreccio e reinserirli nell’impasto. Far lievitare l’angelica per altri 30 minuti ed infornare in forno caldo statico per 35/40 minuti a 180°. 

NB. Potete variare il ripieno a vostro piacimento, creando combinazioni di gusti sempre nuove e diverse!

mercoledì 15 giugno 2016

Ventagli al burro

Vi siete mai chiesti come nascano i ventagli al burro? Siamo abituati a vederli belli pronti nei vassoi sugli scaffali del supermercato, ma si possono fare in casa? La risposta è ovviamente sì, ed è anche piuttosto semplice! Possono essere arricchiti con marmellata, nutella o magari in una versione salata; anche nella versione originale con solo burro e zucchero sono bellissimi e… STRABUONI!



Ingredienti: 
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare 
30g di burro fuso 
Zucchero qb (circa 50g) 

Procedimento: 
Spennellare la pasta sfoglia stesa con uno strato di burro fuso e cospargere con lo zucchero, partendo dal basso ripiegare una striscia di pasta di circa 2 cm, spennellare la parte ripiegata con il burro e cospargere di zucchero; procedere ripiegando la pasta ed ogni volta spennellando con il burro e cospargendo di zucchero dal basso fino ad arrivare a metà altezza della pasta; effettuare la stessa operazione dal lato superiore in modo da ottenere due rotoli che si incontrano a metà altezza. Ripiegare ulteriormente fino a portare un rotolo sull’altro e tagliare in tanti piccoli cilindri dell’altezza di circa 1 cm; disporre su una teglia ricoperta di carta forno ben distanziati e cuocere in forno ventilato a 200° per 10 minuti (in forno statico a 220°, sempre per 10 minuti o finché sono colorati). 
Far raffreddare completamente prima di servirli, conservare in un contenitore ermetico per 2/3 giorni.

venerdì 10 giugno 2016

Muffin alle albicocche

L’estate è il momento migliore per godere della frutta più dolce e succosa; perché non usarla anche per i nostri dolci? L’aggiunta di anice e la glassatura renderanno questi muffin ancor più… STRABUONI!


Ingredienti (per 12 muffin):
ELEMENTI SECCHI
250g di farina
120g di zucchero
½ bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino di semi di anice leggermente pestati

ELEMENTI LIQUIDI
2 uova
180g di latte
80g di burro fuso
1 pizzico di sale

2 albicocche mature (circa 200g)

PER LA GLASSA 
4 cucchiai di zucchero a velo 
4 cucchiaini di acqua calda 
Meringhe qb 

Procedimento: 
In una ciotola miscelare tutti gli ingredienti secchi, in un’altra tutti quelli liquidi; unire gli ingredienti liquidi a quelli secchi e miscelare rapidamente; aggiungere le albicocche tagliate a pezzetti ed incorporarle al composto (senza lavorarlo troppo). Disporre in uno stampo per muffin con i pirottini di carta ed infornare per 25/30 minuti in forno caldo statico a 170° (fare sempre la prova stecchino perché a seconda della qualità di frutta utilizzata potrebbe rilasciare più acqua ed impiegare più tempo). Nel frattempo preparare la glassa di zucchero miscelando lo zucchero a velo con l’acqua calda; una volta pronti i muffin e leggermente raffreddati glassarli e decorarli con meringhe sbriciolate.

venerdì 3 giugno 2016

Panini al latte farciti

Mi piace molto giocare con la versatilità dei lievitati, creare dei panini dà sempre soddisfazione... soprattutto vedere come spariscono alla svelta! Questi panini morbidi sono perfetti per essere serviti in un buffet, possono essere mangiati lisci o farciti con salumi e formaggi… Piccoli, fantasiosi e… STRABUONI!



Ingredienti: 
500g di farina tipo 0 + 1 cucchiaio 
250g di latte tiepido 
50g di olio extravergine di oliva 
10g di sale 
7g di lievito di birra secco 
1 cucchiaino di zucchero 
50g di noci 
50g di olive 

Procedimento: 
Tagliare grossolanamente le olive e le noci e tenere da parte. In una ciotola unire alla farina una parte di latte in cui è stato fatto sciogliere il lievito con lo zucchero, aggiungere l’olio, il sale e il resto del latte ed impastare per almeno 10 minuti fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea. Far lievitare in una ciotola unta coperta di pellicola trasparente per almeno 2 ore. Dividere l’impasto lievitato in due e farcire una metà con le noci e l’altra metà con le olive (qualora l’impasto con le olive risultasse troppo bagnato aggiungere un cucchiaio di farina per poterlo lavorare). Da ogni impasto ripieno ricavare 8 panini e disporli su una teglia ricoperta di carta forno. Spennellare con latte e lasciar lievitare per altri 30 minuti. 
Infornare in forno caldo statico a 180° per 15/18 minuti.

mercoledì 1 giugno 2016

Tortino al cioccolato dal cuore fondente

Quando vado al ristorante ed arriva il momento di ordinare il dolce (perché lo spazio per il dolce non manca mai) sono sempre tentata dal tortino dal cuore fondente, sarà quel calore rassicurante, sarà il mio amore per il cioccolato, sarà l'effetto scenico del cuore morbido...
La cosa migliore (o peggiore, in caso di dieta) è che è un dolce semplicissimo da fare, bisogna solo prendere la mano con i tempi di cottura, si può preparare con largo anticipo ed il risultato è ovviamente... STRABUONO!



Ingredienti (per circa 6 tortini): 
200g di cioccolato fondente 
100g di burro + qb 
100g di zucchero 
2 uova 
30 g di farina 00 
2 cucchiaini di cacao amaro + qb 
1 pizzico di sale 

Procedimento:
In una ciotola montare le uova con lo zucchero ed il sale, aggiungere il cioccolato sciolto a bagnomaria o al microonde e mescolare; aggiungere anche il burro fuso, la farina e il cacao ed amalgamare fino ad ottenere un composto omogeneo. Imburrare e ricoprire di cacao amaro (operazione da svolgere attentamente per evitare che il tortino si attacchi e si rompa) un pirottino monouso in metallo e riempirlo con il composto fino ai ¾. Infornare i tortini solo poco prima di servirli a 180° in forno caldo statico per 13 minuti, lasciar raffreddare circa 2 minuti e servire capovolti ricoperti da zucchero al velo ed accompagnati a del gelato alla panna e delle fragoline di bosco. 

I tortini possono essere preparati con largo anticipo per essere poi cotti al momento del dolce, si conservano in frigorifero per 2/3 giorni ed in freezer per 3-4 mesi; consiglio di fare una prova di cottura con il proprio forno per trovare il minutaggio ideale che lascia il cuore morbido.

StraNachosMania

Non so se lo sapete, ma sono una vera appassionata di calcio, e il mio cibo da partita preferito sono le tortilla chips con la salsa messicana. Come la maggior parte di voi ho sempre acquistato quelle belle e comode confezioni di salsa pronta ma poi ho deciso di provare a produrla in casa e gli amici non si sono certo lamentati! La salsa può ovviamente essere utilizzata solo come "dip", ma con un po' di formaggio ed una passata in forno avrete dei nachos... STRABUONI!



Ingredienti: 
3 cucchiai di olio extravergine di oliva 
½ peperone verde 
½ peperone rosso 
½ peperone giallo 
1 cipolla bianca 
400g di polpa di pomodoro a pezzetti 
1 cucchiaio di zucchero 
2 cucchiai di aceto 
Peperoncino secco tritato qb. 
Sale qb. 
150g di emmenthal 
70g di fontina a fette 
50g di parmigiano reggiano 
Tortilla chips qb. 

Procedimento:

In una padella far scaldare l’olio con il peperoncino, aggiungere i peperoni e la cipolla e salare; far cuocere per 5/10 minuti a fuoco medio ed aggiungere il pomodoro, coprire e cuocere per 10 minuti. Frullare circa la metà del composto, aggiungere zucchero e aceto e far ritirare qualche minuto. Togliere dal fuoco e servire fredda in accompagnamento alle tortilla chips (patatine triangolari al mais). In alternativa mettere a strati in una teglia: tortilla chips, salsa, metà dell’emmenthal, tortilla chips, salsa, fontina, tortilla chips, l’altra metà dell’emmenthal e parmigiano grattugiato. Infornare in forno ventilato a 200° per 8/10 minuti.